GRETA VOLMI: L’ESPRESSIONE DELL’INCANTO!

Un tavolo addobbato a festa, una sedia di legno, una bambina di 2 anni, una canzone, “gli indiani, al centro della terra…”. Ho iniziato così, senza una ragione, non sapevo ancora parlare bene, ma sapevo già che volevo cantare. La musica è nell’ aria dicevo, le note le potevo raccogliere, sentire e tutto diventava musica. Il canto non è una parte della mia vita, il canto è la mia vita, una sorta di autismo musicale per il quale ogni cosa prende forma e colore solo se c’è la giusta risonanza, l’accordo perfetto, l’intonazione corretta. Io sono Greta e, semplicemente, canto.

E’ stata questa la presentazione dell’artista in questione, immersa nella filosofica espressione di chi ha recuperato le esperienza del passato, trasformandole in passione per il canto.

Greta Volmi, classe 1986 sin da bambina, dall’età di 12 anni inizia a studiare canto Gospel, avvicinandosi così al canto corale, studia chitarra e pianoforte con un professore privato.

A partire dal 2016 decide di approfondire la conoscenza canora in maniera più professionale partecipando ad una full immersion di 3 anni presso il C.P.M. di Milano il cui direttore è il cantante dei P.F.M. Franco MUSSIDA.

Il canto diventa una vera e propria professione tanto da voler raggiungere una conoscenza canora completa, tuttora frequenta dei corsi privati a Milano con Roberta Montanari, volto molto conosciuto nell’ambito musicale poiché prima corista di Eros Ramazzotti, Elisa, Gianna Nannini e Cesare Cremonini.

Il 16 aprile 2021, Greta Volmi è accompagnata dal Coordinatore Max Gillo, la vertiginosa altezza dell’umiltà che schiaccia gli illusi nella speranza del fallimento, ecco che questa grande cantante gela l’espressione della giornalista Luella Mazzara, scioglie le emozioni di Fausto Palma e ottiene l’amore a senso unico di un pubblico che non cerca altro che la sua voce.

Una performance fuori dal comune, una libera e cordiale presenza di un’anima fatta di musica, che penetra i cuori… anche di chi non la conosce, Greta è la voce che tutti vorrebbero nelle proprie giornate di festa, una cantante che potrebbe tranquillamente passeggiare sui grandi palchi che contano della nostra cara Italia, senza nulla togliere agli altri artisti.

Anche se distanti dal mondo musicale, Greta Volmi resta in silenzio nei discorsi di solidarietà affrontati dal direttore di Grande Musica, nascondendo le sue molteplici attività nell’affrontare le difficoltà altrui tramite associazioni, dove la vedono il più delle volte protagonista di gesti naturali che sfociano nell’unicità dell’essere. Ovviamente tali informazioni provengono da fonti certe, che portano la firma di Max Gillo, amico storico dell’artista in questione.   

LUCIANO VISCIDO: LA VOCE DELLA PASSIONE…

Lunedì 24 maggio 2021 alle ore 21.00, mette piede sulla piattaforma di Grande Musica un cantante Salernitano, in una serata ricca di emozioni e piena di sorprese.

Parliamo di Luciano Viscido 37 anni originario della provincia di Salerno, un ragazzo umile e silenzioso che ha praticamente fatto esplodere la sua energica espressione canora, regalando ai followers una serata indimenticabile nel nome della musica italiana conosciuta nel mondo.

Accompagnato dal coordinatore Max Gillo, che ha curato la parte tecnica audio e quella artistica del giovane salernitano, da precisare che in un certo punto della serata lo stesso coordinatore ha pensato bene di dare più spazio alla performance dell’artista in questione, mettendosi da parte e quindi decidendo di non cantare nelle pause di riposo che sono previste nelle dirette di Grande Musica, una scelta che ha portato il delirio di tutte le persone che erano in ascolto.

Oltre 5500 di copertura post per questo artista in pre serata, numeri che si sono confermati nella diretta. Luciano Viscido, già da piccola età si è approntato alla passione per il canto, grazie al papà e a suo nonno che gli hanno trasmesso l’antica arte dell’espressione canora, per poi affrontare successivamente innumerevoli contest, festival e selezioni anche ad alti livelli, purtroppo con qualche amara negazione.

Tanta è stata l’emozione, quanto le persone che lo hanno seguito, dagli U.S.A, Polonia, Ungheria, Svizzera, Francia e addirittura dall’Argentina, portandosi a casa a pieno merito una visibilità non indifferente. Una voce calda, avvolgente e piena di passioni, un racconto della sua amarezza inespressa con le parole ma che ha divulgato con la sua voce, ma il grande merito va a al coordinatore Max Gillo che ha stroncato le ansie del giovane Luciano portandolo in diretta con la consapevolezza che sarebbe andato tutto alla grande.

Il direttore del format Fausto Palma ha confermato il suo ritorno nel prossimo autunno, con delle nuove sorprese che sta elaborando con il Segretario generale Sandro Di Stefano.    

STEPHY NESSY: GELA IL SOCIAL E REGALA EMOZIONI

In un momento così importante della vita mondiale, la musica riconosce gli eroi del web-social, soprattutto gli artisti e in particolare cantanti e musicisti.
Tra i tanti artisti selezionati dalla commissione di Grande Musica, emerge la giovane cantante Stephy Nessy, cantante italiana di Elettro Swing: la passione per la musica degli anni ’50 e ’60, dallo stile da ragazza pin-up al vertiginoso ed espressivo timbro vocale,  Stephy si ritrova a calarsi nell’eternità stilistica della bellissima Marilyn Monroe, che ha cavalcato l’orizzonte dello spettacolo dei grandi successi di quell’epoca.

Grande Musica, ha creato un evento solo per la brava e bella Stephy Nessy, che è andato in onda in diretta streaming nella giornata di Venerdì 26 Marzo sulla pagina Facebook ufficiale del format, dove la sensibilità e l’umiltà dell’artista ha dato il giusto sapore alla serata.

Lo staff di Grande Musica ha spinto l’acceleratore fino in fondo, lavorando nei particolari, portando a casa un picco di ascolti quasi storico per il format, al punto che il presidente Fausto Palma ha promesso ai followers il ritorno della cantante in compagnia di altri artisti che verranno selezionati prossimamente.

SILVIO MARTINES “LA VOCE DEL CUORE”

Silvio Martinelli 47 anni, originario di Andria (BARI), è la nuova voce che sbarca su Grande Musica, una figura professionale che nella diretta del 10 Marzo 2021, ha fatto assaporare la leggerezza della musica italiana interpretata in maniera esemplare.

Amico del Coordinatore della regione Veneto Paolo Mangone, Silvio  ha attirato l’attenzione del presidente Fausto Palma, che ha deciso di dargli uno spazio nella ormai crescente vetrina di Grande Musica, riscuotendo un grande successo. Silvio nella sua vita ha partecipato a numerose competizioni canore e cavalcato anche palchi importanti della città di Sanremo (Sanremo Giovani), avendo poca fortuna, ma comunque dimostrando ai giudici, lo spessore e la semplicità espressiva, dando filo da torcere ai suoi colleghi.

Tra gli obiettivi futuri emerge il sogno di estendere la conoscenza della già esistente cover band di Lucio Dalla “L’ultima stella”, con l’idea di farla crescere e improntarla in tutta Italia e perché no in tutto il mondo.

Silvio è laureato in musicoterapia e vanta della profonda conoscenza del suono, ama gli animali e vive direttamente il senso del dovere e di responsabilità verso le persone diversamente abili. Paolo Mangone che più di una volta ha espresso parole di profondo rispetto sotto l’aspetto umano e professionale nei confronti di Silvio, ha accompagnato lo stesso, nel floreale realizzo delle dirette concessegli.

DOMENICO PROCIDA: LA VOCE DELL’ INCANTO E DELLA LIBERTA’

Nel mese di febbraio 2021, il presidente di Grande Musica Fausto Palma, tra le sue ricerche multimediali, concretizza il contatto con un noto cantante della provincia di Salerno, un artista a sua idea, tra i più notevoli, dalla voce calda e penetrante, con un quadro ideologico chiaro, di cosa vuol dire essere un vero professionista.

Domenico Procida un “ragazzo” del 1977,originario della città di Salerno, (Montecorvino Rovella) nel 1996 ha scoperto la vocazione della musica grazie al canto, ma soprattutto alla dote tramandatagli dal papà, cantante anche lui. Nel tempo ha deciso di entrare nell’arena del professionismo, con le capacità di rendere la sua passione un vero e proprio secondo lavoro, riuscendo nel tempo a trasformare le sue note in emozioni, grazie al giusto bagaglio di esperienze.

Attualmente svolge l’attività di cantante nel live/show e pianobar in alcuni locali della mia provincia di Salerno, organizzazione per matrimoni o feste private. Individualmente ha partecipato in passato ad un talent scout ideato da Gigi D’Alessio dove viene selezionato, ottenendo un duetto con il vip in questione al concerto che tenne al Palasele di Eboli nel 2010. E’ un cantautore, scrive di se, della sua vita, delle esperienze ed ha all’attivo 12 inediti.

Il 17 marzo sara’ in diretta facebook sul nostro format dalle ore 20.00, con la presenza della nota giornalista salernitana Luella Mazzara (Amministratrice coordinatrice di Fuori la Voce) e Fausto Palma presidente della GM associazione.

GIULIA E GIUDITTA COLOMBINI “IL VELO DELLA GRANDE MUSICA”

Arrivano sul nostro format due nuovi nomi appartenenti alla nostra amata Italia, una delicata espressione musicale che porta il nome di: Giulia e Giuditta Colombini. Volute fortemente da Paolo Mangone (coordinatore della regione Veneto), che costruisce in pochi giorni, una diretta streaming che andrà in onda su facebook sulle pagine di “Grande Musica” e “Fuori la Voce” il giorno della “Festa delle Donne”. Mangone presenta sul tavolo della direzione di Grande Musica la sua idea, dove è stata curata dalla Dott.ssa Luella Mazzara (Amministratore del format “Fuori la Voce”), M° Simona Longhi (Coordinatrice regione Lombardia) e il Presidente Fausto Palma. Adesso passiamo alla presentazione di queste due artiste:

Giulia Colombini ha iniziato con canto lirico per circa 3 anni, poi si è indirizzata su canto moderno e da 13 anni canta in un coro gospel, ama in generale la musica italiana e in particolar modo Mina e Battisti. Le aspirazioni per il futuro dichiarate, sono da vera professionista, perchè esprima la sua trasparenza, parlando di passione principalmente, e che negli anni ha avuto le sue soddisfazioni, ma non escluderebbe l’dea di porte aperte al successo. Ama cantare con Giuditta, sua sorella e la identifica come suo braccio destro, esprimendo apertamente: Insieme ci completiamo… e l’armonia delle nostre voci mi emoziona ancora, dopo tanti anni!

Lasciando le umili e dolci espressioni di Giulia, passiamo il ponte e andiamo da GIUDITTA, una ragazza con la stessa determinazione e temperamento della sorella. La sua passione per il canto è iniziata solo 10 anni fa quando una delle sorelle ha iscritto lei e Giulia ad un concorso canoro per scherzo, ma che in realtà gli ha dato il coraggio di credere in qualcosa, ed iniziare a cantare sul serio, ha cantato nel coro della chiesa e nel coro gospel con Giulia per un po’ di anni. Cresciuta ascoltando Nek, tra l’amore del papà per i Pooh e Battisti…, si cala pienamente nella Grande Musica Italiana. Proprio come Giulia ama cantare con lei, facendo capire palesemente che tra loro due oltre l’amore tra sorelle c’è un legame artistico indefinibile.

Lunedì 8 marzo 2021 alle ore 20.00, tutti in diretta su Facebook sulle pagine Grande Musica e Fuori la Voce.

“NICOLO’ BONADONNA E PAOLO MANGONE” E’ SOLO GRANDE MUSICA !

Venerdì sera alle 20.30 si vola… tutti su Grande Musica, una serata in diretta facebook dedicata ad una delle figure più importanti della nostra musica, una serata che regalerà le emozioni sotto il nome di un artista nato a Bordighera in provincia di Imperia, che per anni ha studiato l’arte costruttiva di Renato Zero. Parliamo di Nicolò Bonadonna, cantante di musica pop leggera, una voce profonda che decora la lucida espressione del grande Renato Zero, un artista che già dalla giovane età, iniziò ad apprezzare la famigerata figura del cantante VIP in questione, al punto di conoscerlo personalmente nell’anno 2003, per poi continuare a seguire la sua dedizione a portare la sua immagine in molti luoghi italiani e d’Europa. Niccolò ha cantato anche a Monaco, Francia, Romania e in molteplici città Italiane, abbracciando anche le discografie di altri cantanti famosi. Tra i suoi progetti per il futuro, emerge il desiderio di pubblicare un disco con dei suoi inediti, chiudendo la sua area artistica con serenità e tante soddisfazioni.

Nella diretta sarà presente in qualità di presentatore e musicista anche Paolo Mangone, una figura importante che già da qualche settimana prende le redini delle dirette grazie alla sua capacità di trasformista. Paolo Mangone, 41 anni, è un musicista polistrumentista di Altavilla Silentina, un paese in provincia di Salerno, pianista, tastierista e batterista, con una gavetta alle spalle non indifferente, girando per molte città italiane e colonna portante degli RH+, un gruppo che ha rielaborato la grande musica italiana e che ha avuto progressive trasformazioni artistiche. Paolo è una sana melodia per chi lo ascolta, la perfetta ed identica espressione di chi sa realmente cosa vuol dire amare la musica, la risposta e la soluzione per i suoi collaboratori in ambito musicale, una personalità unica e determinante. Queste sono le parole del presidente di Grande Musica “Fausto Palma”, che sotto valutazione dei suoi collaboratori lo identifica come un vero asso per il format, ed un artista umile ed indispensabile, che presto potrebbe entrare nello staff di G.M. in qualità di coordinatore regionale.    

BIAGIO ALMALIBRE “VOCE SENZA CONFINI”

Mercoledì 23 dicembre 2020 alle ore 19:00, sarà la volta di un nuovo artista sulla nostra piattaforma, accompagnato dal cantautore e chitarrista Ridd Attanasio, dal cantante Mimmo Del Core, dal cantautore Davide De Marinis, dal chitarrista e cover di Gianluca Grignani Cico Russo.

Stiamo parlando di Biagio Almalibre, 46 anni, originario di Pagani una città della provincia di Salerno, chitarrista, cantante, con innumerevoli serate alle spalle, prevalentemente amante della musica Rock, anche se nelle sue esibizioni si spazia tra il blues, funky, pop e chi ne ha più ne metta.

Ai microfoni di “Grande Musica Italiana” libera l’idea che la passione per la musica è nata con lui, semplicemente ascoltandola dalle cuffie in tenera età, dalle ormai archiviate cassette degli anni ’80.  

Tra le muse ispiratrici abbiamo nomi come: Jason Kay, Jamiroquai, Stevie Wonder, Pino Daniele ed altri cantanti dal successo internazionale. Biagio è un artista dalla personalità forte e sensibile, che genera vortici di passione per chi lo ascolta, infatti nel primo lockdown nazionale, si è esibito in più dirette abbracciando i commenti dei followers, che non facevano altro che apprezzare la sua professionalità con commenti di piacere e di affetto.

Spicca senza dubbio all’occhio degli intenditori la sua dirompente voglia di esprimere il suo essere, un artista dalle eccellenti attitudini espressive, con una qualità vocale eccelsa, che firma una identità unica e semplicemente incisiva per chi lo ascolta, ma abbiamo lasciato alla diretta le sue conclusioni sulla situazione attuale, inerente alla crisi nazionale che sta stroncando la fascia degli artisti in tutto il mondo.

“COUNTDOWN 2021”

“COUNTDOWN 2021”: è questo il titolo del programma scelto dagli organizzatori per salutare il vecchio anno e prepararsi ad accogliere il 2021.

Appuntamento confermato per il 23 dicembre a partire dalle ore 15:00 con una lunga diretta Facebook ricca di ospiti.

A condurre la lunga carrellata di interventi saranno Luella Mazzara, giornalista e direttore responsabile del format web “Fuori la voce”, Fausto Palma, presidente dell’Associazione Grande Musica e Gianni Manuel, speaker radiofonico di Radio Potenza Centrale.

Ospiti e vip saranno in collegamento live alternando le loro storie, i loro successi, parlando anche della situazione COVID 19 e delle difficoltà vissute ognuno nel proprio lavoro. Dalla musica al sociale, dalla cucina allo sport, per toccare anche aspetti inerenti la psicologia, il mondo degli animali e tanto altro. Per seguire la diretta e intervenire con domande basta collegarsi alle pagine Facebook di Fuori la voce, Grande Musica e Radio Potenza. Non mancheranno sorprese, risate e tanti consigli da parte degli ospiti. Un programma ideato e realizzato per trascorrere diverse ore in compagnia, regalare momenti di serenità e far conoscere da vicino protagonisti del mondo dello spettacolo e non solo.

Genny Ercole “Espressione di altri tempi”

 

Nasce a Napoli il 23 ottobre del 1985, nell’anfiteatro della musica mondiale, libero ed espressivo come è riconosciuta la figura partenopea, parliamo di Genny Ercole, un ragazzo che ha radici artistiche che lo riconducono a suo nonno, che con il suo trio Oscar ha girato il mondo .

Da bambino, Alex Baroni era l’artista, il cardine e l’esempio nelle sue ambizioni, interpretava tutte le sue opere in ogni luogo, infatti crescendo ha presentato alcune delle sue canzoni in vari concorsi, vincendo anche in diverse gare. Ha cantato in diversi concorsi tra cui il K Factor al 1° Premio Antonio Botrugno.

Genny Ercole è un artista di definizione con un’accurata qualità canora, che lo identifica come voce melodica dal timbro dolce e pungente, un suono diverso dalla piazza, che accarezza la fortezza delle acute note di cantanti dal calibro di Gigi Finizio e Sal Da Vinci.

Nei primi mesi del 2020, sotto la segnalazione del presidente Fausto Palma, la commissione di Grande Musica Italiana decide di intervistarlo, dopo aver valutato le qualità canore-espressive, ha deciso di scrivere per lui questo articolo, sperando di dare un segnale positivo alle nuove generazioni, di intraprendere la passione di Genny come esempio da porre nel proprio bagaglio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy completa.

Chiudi