GRETA VOLMI: L’ESPRESSIONE DELL’INCANTO!

Un tavolo addobbato a festa, una sedia di legno, una bambina di 2 anni, una canzone, “gli indiani, al centro della terra…”. Ho iniziato così, senza una ragione, non sapevo ancora parlare bene, ma sapevo già che volevo cantare. La musica è nell’ aria dicevo, le note le potevo raccogliere, sentire e tutto diventava musica. Il canto non è una parte della mia vita, il canto è la mia vita, una sorta di autismo musicale per il quale ogni cosa prende forma e colore solo se c’è la giusta risonanza, l’accordo perfetto, l’intonazione corretta. Io sono Greta e, semplicemente, canto.

E’ stata questa la presentazione dell’artista in questione, immersa nella filosofica espressione di chi ha recuperato le esperienza del passato, trasformandole in passione per il canto.

Greta Volmi, classe 1986 sin da bambina, dall’età di 12 anni inizia a studiare canto Gospel, avvicinandosi così al canto corale, studia chitarra e pianoforte con un professore privato.

A partire dal 2016 decide di approfondire la conoscenza canora in maniera più professionale partecipando ad una full immersion di 3 anni presso il C.P.M. di Milano il cui direttore è il cantante dei P.F.M. Franco MUSSIDA.

Il canto diventa una vera e propria professione tanto da voler raggiungere una conoscenza canora completa, tuttora frequenta dei corsi privati a Milano con Roberta Montanari, volto molto conosciuto nell’ambito musicale poiché prima corista di Eros Ramazzotti, Elisa, Gianna Nannini e Cesare Cremonini.

Il 16 aprile 2021, Greta Volmi è accompagnata dal Coordinatore Max Gillo, la vertiginosa altezza dell’umiltà che schiaccia gli illusi nella speranza del fallimento, ecco che questa grande cantante gela l’espressione della giornalista Luella Mazzara, scioglie le emozioni di Fausto Palma e ottiene l’amore a senso unico di un pubblico che non cerca altro che la sua voce.

Una performance fuori dal comune, una libera e cordiale presenza di un’anima fatta di musica, che penetra i cuori… anche di chi non la conosce, Greta è la voce che tutti vorrebbero nelle proprie giornate di festa, una cantante che potrebbe tranquillamente passeggiare sui grandi palchi che contano della nostra cara Italia, senza nulla togliere agli altri artisti.

Anche se distanti dal mondo musicale, Greta Volmi resta in silenzio nei discorsi di solidarietà affrontati dal direttore di Grande Musica, nascondendo le sue molteplici attività nell’affrontare le difficoltà altrui tramite associazioni, dove la vedono il più delle volte protagonista di gesti naturali che sfociano nell’unicità dell’essere. Ovviamente tali informazioni provengono da fonti certe, che portano la firma di Max Gillo, amico storico dell’artista in questione.   

Posted in: Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy completa.

Chiudi